Galle

Galle1 Un fremito, un brivido. Ho socchiuso gli occhi e stavamo camminando, mano nella mano, in quella strada di Galle, quella dove abbiamo fotografato il carretto. Avevi il tuo vestito Optical, e camminavamo. Ho sentito la terra sotto ai piedi, il sole che brucia il collo. Eravamo noi due , soli, in quella strada che parte più o meno dove c’è il faro, e va dentro nel villaggio. Così reale, così vero, che mi è venuto da piangere; ho aperto gli occhi, bagnati, e ho visto il soffitto bianco, ho visto la nuvola dei tuoi capelli neri, ho sentito il vento arrivare dalla finestra aperta .. e li ho richiusi, strizzando via le lacrime che sono colate giù sulle tempie. E un altro brivido, un altro fremito, di nuovo le tue mani, la terra sotto i piedi, il sole che brucia il collo: noi due, soli, in una strada di Galle. Ho pianto ancora.

Galle2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...